Il programma di Meditazione Trascendentale per la salute dei pazienti e del personale sanitario.

Scaricate da qui il file pdf.

 

Qui sotto è riportato un estratto.

Stress: la nuova epidemia.

Lo stress può causare una malattia o determinare la predisposizione alla malattia, influisce sull’andamento della malattia, riduce la capacità di ripresa e l’efficacia della terapia prescritta dal medico.
Lo stress rappresenta un’emergenza sociale. Secondo un sondaggio il 90% degli italiani si sente stressato. Lo stress danneggia pesantemente la salute fisica e mentale e ostacola il processo di guarigione, conduce alle dipendenze, stimola comportamenti violenti e criminali, interferisce con lo studio, riduce la produttività. Di conseguenza incide negativamente sulla spesa pubblica e sul PIL.

Stress-malattia-terapia.

La maggior parte delle visite effettuate dai medici sono dovute a disturbi fisici o mentali collegati allo stress. Lo stress provoca ansia, depressione, insonnia; è un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, in particolare per le persone sotto i 50 anni; è stato associato all’insorgenza dei tumori, al diabete e al collasso del sistema immunitario; esercita un’azione dannosa su sistema nervoso, stomaco, intestino, cute, ghiandole endocrine e altri organi e apparati bersaglio. Provoca lesioni funzionali al cervello. Aumenta la produzione di radicali liberi, accelerando il processo di invecchiamento. Induce abitudini compulsive e autolesive come uso di droghe, consumo di alcol e fumo. È responsabile del burnout sul posto di lavoro.

La salute del personale sanitario è importante.

Il burnout, che l’OMS definisce come un fenomeno occupazionale (stress da lavoro) diagnosticabile, colpisce pesantemente il personale sanitario. Notti in bianco, carichi di lavoro eccessivi, tempi di recupero troppo brevi, esposizione prolungata a situazioni di sofferenza, paura di commettere errori: queste condizioni sottopongono il personale sanitario a un carico eccessivo di stress. Di conseguenza possono crescere l’insoddisfazione per la propria professione e il
rischio di burnout.
Chi ha il compito di prendersi cura delle persone non dovrebbe essere cronicamente stanco. Lo stress impedisce di svolgere efficacemente la propria attività, aumenta il rischio di errori, influenza negativamente la qualità della vita privata, il tempo che spendiamo in famiglia, con gli amici, con noi stessi.
È evidente quanto sia urgente affrontare il problema. Ognuno, a cominciare dai bambini, dovrebbe imparare a difendersi dall’eccesso di stress e dai danni che esso provoca, in modo da promuovere il benessere personale, prevenire le malattie e favorire i processi di guarigione, migliorare la qualità della vita, la soddisfazione e il successo nella propria attività di studio o lavoro.

Centinaia di studi scientifici indicano che la tecnica di Meditazione Trascendentale è lo strumento pratico più adatto, affidabile e di facile applicazione per ridurre lo stress e il burnout. Rappresenta una facile metodica generale di prevenzione e si è dimostrata utile nel trattamento di svariati disordini, in particolare di quelli cardiovascolari e psicosomatici.
• la Meditazione Trascendentale non sostituisce nè è in contrasto con le terapie mediche
• i benefici sono cumulativi e continuano a crescere nel tempo
• non provoca effetti collaterali negativi di alcun tipo e può essere facilmente integrata nel normale programma terapeutico con un duplice beneficio: per il paziente perché ne migliora il livello di salute, la qualità della vita e l’efficacia della terapia; per il medico che la suggerisce al paziente perché facilita il suo compito di terapeuta che inizia dalla prevenzione e termina con la cura.
È indicata per uso personale del medico perché lo aiuta a proteggersi dal rischio di burnout, ad
aumentare l’energia e la chiarezza mentale e a sentirsi più realizzato, in modo da sostenere il
successo nella propria vita professionale e privata.
(Il livello di stress dal lavoro dei medici italiani è del 43% a fronte di quello dei medici europei che è del 22%, fonte l’European General Practice Research Network 2019)

Continua la lettura dell’articolo scaricandone una copia completa da qui.

1 commento su “Il programma di Meditazione Trascendentale per la salute dei pazienti e del personale sanitario.”

  1. Edoardo Di Leginio

    Durante l’ultimo webinar dedicato alla ‘Lezione 2’ del ‘Corso Introduttivo alla Medicina ayurvedica’ è venuta nel discorso collettivo la grande possibilità di aiuto di tecniche come la MT (meditazione Trascendentale) nel recupero dello stress e nell’amplificazione delle capacità diagnostiche del medico derivanti da un ascolto attento e accorto delle richieste del paziente.
    La Dott.ssa Francesca Pala, da anni insegnante di MT , su nostra richiesta ha messo insieme le informazioni sulla tecnica e sulle possibilità che questa offre ai Medici e al personale sanitario. Si tratta senza dubbio un articolo molto importate e molto utile ai medici che vogliono praticare la Medicina Ayurvedica. La Meditazione costituisce la base formativa necessaria per una professione di grande soddisfazione e successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *